Consegne biciclette 2023


Post image

Consegne biciclette 2023

22/05/2022

Con l'avanzare dell'anno Xacobeo 2022, stiamo notando che molte cose non sono più come in passato. Ci sono molte cose molto positive, ci sono molte più persone che conoscono la spiritualità del Cammino, imparano a conoscere la storia del nostro paese, la ricchezza culturale che apprezziamo nel Cammino con imponenti templi riabilitati e cattedrali impareggiabili.


Nella parte che ci tocca, per fortuna, le biciclette sono anche tecnicamente superiori a quelle di 18 anni fa quando iniziammo il Cammino. È vero che nel lontano 2004 tutto era molto rudimentale ma abbiamo assistito a cambiamenti in meglio, come sono quasi scomparsi i problemi con le biciclette di 18 anni fa, ovvero: "Non so mettere i pedali", " come devo girare il manubrio?", "come si cambia una foratura?",...


Forse perché i marchi di biciclette si sono evoluti, forse perché anche i pellegrini si sono evoluti, forse perché anche noi il Cammino in bicicletta ha subito un cambiamento importante e il traffico è aumentato come non mai. La rimozione delle restrizioni causate dal Covid-19 ha provocato un'esplosione senza precedenti di pellegrini in bicicletta. Ciò ha significato che due dei tipi di società coinvolte nel noleggio di biciclette sono state sopraffatte.


Le compagnie di trasporto sono state una di queste. Fino al 2015 le cose si erano comportate relativamente bene, c'erano poche aziende sul Cammino ed erano in grado di gestire i grandi pacchi legati all'invio di biciclette. Inoltre le biciclette erano di dimensioni normali per l'epoca, con ruote da 26” e dimensioni più o meno maneggevoli. Ma dal 2015, le ruote da 27,5 pollici hanno iniziato a diventare popolari e le biciclette sono aumentate di dimensioni, così come le scatole. Da allora abbiamo notato i primi seri problemi riguardanti il ​​trasporto e la movimentazione delle biciclette da parte dei fattorini e i nostri mal di testa hanno cominciato ad essere frequenti. Ma si scopre che a partire dal 2018 entrano in gioco le biciclette con ruote da 29” e le E-Bike, e questo ha portato a un parziale crollo dei servizi di trasporto, insieme all'emergere del commercio elettronico e alla disastrosa centralizzazione dei servizi. così come SEUR -il nostro ex responsabile della logistica-.


Dopo la fine delle restrizioni causate dal Covid-19, Cycling the Camino ha deciso di cambiare azienda di trasporto e, attualmente, spediamo quasi il 99% delle biciclette con MRW. Le cose stanno andando un po' meglio, hanno un miglior servizio clienti diretto, ma troveremo sempre alcuni problemi. Vista la situazione e come vogliamo migliorare anno dopo anno, Cycling the Camino ha acquistato un furgone per quest'anno, con l'obiettivo di fare parte delle consegne agli hotel ed evitare colpi, ritardi e reclami. Ma i Percorsi sono tanti e non riusciamo a raggiungere il 100% delle consegne. Questo ci fa raggruppare parte di loro in diversi giorni di margine (un massimo di 5 giorni) in modo che nulla manchi. Nella catena, questo ha significato che non tutti gli hotel sono contenti di questo cambiamento.


Ed è che gli hotel sono il secondo tipo di azienda travolto dalla corsa delle biciclette sul Cammino di Santiago. Poiché dobbiamo effettuare le consegne con diversi giorni di anticipo, alcuni hanno manifestato molti problemi, costi e anche qualche rifiuto di ricevere le biciclette dai pellegrini. Non solo con i nostri, ma anche con quelli di MRW. Il motivo per cui MRW consegna una bicicletta in anticipo è perché le scatole sono così grandi che non si adattano tutte ai furgoni e, quindi, a volte devono effettuare la stessa consegna in più giorni. , mettiamo una data di consegna, ma non sempre possono adattarsi a quella data per spazio o gestione.

Da Pedalare il Cammino si capisce il "problema" generato dal ricevere una bicicletta con diversi giorni di anticipo, ma devono anche capire che hanno dei pellegrini in bicicletta e questo genera per loro un beneficio. Ci sono pochissimi che fanno pagare o hanno problemi a riceverli, ma a Cycling the Camino siamo costretti a informare i nostri clienti in modo che sappiano quali causano problemi, quindi inseriremo qui un elenco che aggiorneremo con l'avanzare dell'anno. Inizieremo con quelli che già sappiamo ci hanno causato problemi:


  • St Jean Pied de Port: l'Hôtel Restaurant des Remparts, addebita al pellegrino 8 €/giorno per riporre la bicicletta
  • Barcelos: In Barcelos Hostel & Guest House, non vogliono le biciclette con più di 2 giorni di anticipo
  • San Sebastián: Pensión Koxka, non hanno abbastanza spazio per riporre le biciclette
  • Ponferrada: AC Ponferrada, non vogliono le biciclette con più di 2 giorni di anticipo
  • Vigo: Hotel Junquera, addebita al pellegrino 8 €/giorno per riporre la bicicletta
  • Santo Domingo de la Calzada: Pensión Miguel, non vogliono le biciclette con più di 2 giorni di anticipo
  • Porto: Selina Porto & Cowork, non vogliono le biciclette con più di 2 giorni di anticipo
  • Porto: TRYP by Wyndham Porto Centro Hotel, non vogliono le biciclette con più di 2 giorni di anticipo

Torna al blog